Insegnante? Scrivici!

Acquerello per principianti: i consigli per iniziare

Molte persone indicano l'acquerello come la tecnica pittorica più semplice. Le cose, in realtà, non stanno così: anche questa tecnica nasconde infatti delle insidie da non trascurare. Basti pensare al fatto, per esempio, che qui – a differenza di oli, acrilici e tempere – non è possibile correggere un errore con una sovrapposizione di colori: ogni pennellata resta, e non si può nasconderla, ed è questa una delle prime lezioni che si imparano per esempio a un corso di acquerello per principianti

Nonostante questo, l'acquerello è una tecnica pittorica particolarmente amata dai principianti, in quanto permette di imparare più in fretta di quanto avviene, per esempio, con i colori a olio. Ai corsi di acquerello per principianti non mancano mai studenti anche per altri vantaggi, come la trasportabilità dei materiali e degli accessori, la veloce preparazione dei colori e via dicendo.

Probabilmente anche tu, decidendo di cercare online dei consigli di acquerello per principianti, hai preso in considerazione questi vantaggi prima di scegliere questa tecnica specifica. O forse hai scelto gli acquerelli per la loro stupenda leggerezza rappresentativa, per la loro freschezza, per la delicatezza delle pennellate. O magari hai optato per i colori ad acquerello dopo aver visto i capolavori di Albrecht Dürer, William Turner,William Blake, Cézanne, Gauguin, Manet e Picasso, per arrivare fino a Edward Hopper: non c'è davvero che l'imbarazzo della scelta.

Ma quali sono i migliori consigli che un principiante dovrebbe seguire per imparare a dipingere con gli acquerelli?

Acquerello per principianti: i nostri consigli per imparare rapidamente #

Iscriviti a un corso di acquerello per principianti #

Senza ombra di dubbio, la mossa migliore per imparare in modo soddisfacente e rapido a dipingere con gli acquerelli è iscriversi a un corso di acquerello per principianti. Si potrebbe iniziare da autodidatta, è vero, ma così facendo non ci si potrebbe confrontare con nessuno, non si avrebbero le correzioni e gli spunti di un insegnante esperto, e si finirebbe per portare avanti, acquerello dopo acquerello, i medesimi errori, senza nemmeno vederli. Iscriversi a un corso di acquerello per principianti, inoltre, significa avere un programma preciso da seguire, con degli appuntamenti settimanali prefissati: in questo modo, si potrà davvero imparare a dipingere in modo veloce!

Continua a esercitarti #

Altro consiglio che si dovrebbe sempre dare agli acquerellisti principianti è quello di continuare a esercitarsi, prendendo in mano pennelli e acquerelli di frequente. Il primo mantra, in tal senso, è non scoraggiarsi dopo i primi tentativi: come detto, la curva di apprendimento in questa tecnica è più breve di altre, ma non è nemmeno brevissima! Non fermarsi mai e continuare a dipingere è facile per chi frequenta un corso di acquarello per principianti, mentre è per forza di cose più difficile per chi decide di imparare da autodidatta.

Trova dei modelli da seguire #

Ci sono tanti modi diversi di fare acquerello. Quali sono le opere che più delle altre ti hanno stregato, e che ti hanno spinto ad abbracciare questa tecnica specifica? Vorrai usare gli acquerelli per dei paesaggi, per dei ritratti o per delle astrazioni? Migliaia e migliaia di pittori prima di te hanno creato delle opere stupende con questa tipologia di colori: trova dei modelli da seguire, e studia le loro opere per capire le loro tecniche!

Non aggiungere troppa acqua #

Errore piuttosto comune tra i principianti dell'acquerello è quello di aggiungere troppa acqua durante la preparazione del colore, finendo per avere un colore slavato, decisamente troppo poco intenso. Va bene la leggerezza, ma è bene non esagerare (anche per non andare a inzuppare eccessivamente il foglio, e per non rischiare di rovinare anche le pennellate precedenti). Un insegnante di acquerello, del resto, riuscirà a indirizzarti velocemente sul corretto utilizzo dell'acqua.

Scegli i pennelli giusti #

Difficile raggiungere risultati davvero soddisfacenti utilizzando degli accessori per la pittura di scarsa qualità. É quindi bene scegliere attentamente quali strumenti si utilizzeranno, a partire dai pennelli: dovresti scegliere dei pennelli per acquerello, concepiti quindi per essere utilizzati in questa tecnica. In genere si tratta di pennelli con un manico corto e con un pelo elastico e morbido: il top della qualità è rappresentato dai pennelli in martora, laddove invece, per risparmiare qualcosina, è possibile rivolgersi anche verso i pennelli in pelo sintetico, purché di qualità.

Usa carta per acquerello #

La pittura ad acquerello richiede l'utilizzo di un tipo di carta specifica. Questo perché, a differenza di altre tecniche, qui il colore è estremamente “bagnato”: il rischio – tutto fuorché remoto – usando altre tipologie di carta è quello di ritrovarsi con un foglio che si piega e che si torce una volta bagnato. La migliore carta per acquerello è quella composta al 100% da cotone, anche se va detto che si possono raggiungere ottimi risultati anche con degli album per acquerello al 50% cotone e al 50% cellulosa.

Acquista dei buoni colori ad acquerello #

Non basta frequentare un ottimo corso di acquarello per principianti, né acquistare della carta e dei pennelli di qualità: usando dei colori ad acquerello mediocri non si potranno mai raggiungere i risultati sperati. É bene quindi rivolgersi verso i migliori brand che producono colori ad acquerello, come per esempio Maimeri, Schmincke, Talens, Van Gogh e Winsor&Newton, solo per citare i principali. Sta a te, in base alle tue preferenze, scegliere tra godet, mezzi godet o tubetti.

Prepara un buon disegno di base #

Come ti insegnerà il tuo insegnante di acquerello, è sempre bene partire da un disegno guida, realizzato precedentemente con una matita. Meglio usare una matita non troppo dura, né troppo morbida, e tracciare in ogni caso linee molto leggere. Non vanno inseriti troppi dettagli: il disegno guida ha per l'appunto lo scopo di “guidare” il tuo pennello, senza però dover indicare tutto quello che dipingerai. Limitati pertanto ai contorni esterni e a qualche indicazione di massima.

Dipingi dal chiaro allo scuro #

L'acquerellista deve sempre iniziare dai colori più chiari e quindi procedere pian piano verso quelli più scuri. Il motivo è semplice: come anticipato, gli errori con gli acquerelli sono difficili da correggere, in special modo quelli fatti con i colori scuri. Molto meglio, quindi, iniziare con i toni più chiari, che potranno eventualmente essere nascosti sotto pennellate più scure.

Sperimenta le varie tecniche #

Bagnato su asciutto, bagnato su bagnato, la tecnica delle velature, la tecnica a guazzo. E ancora, la possibilità di “spruzzare” i colori sul tuo supporto passando le dita tra i peli del tuo pennello, la possibilità di utilizzare delle matite acquarellabili, o di usare magari elementi come il sale per dare volume e dinamicità al tuo acquerello. Le possibilità sono infinite, e sarebbe un vero peccato restare ancorati a una sola tecnica: per capire appieno come usare l'acquerello, anche i principianti dovrebbero ritagliarsi del tempo per sperimentare un po'!